Come Formattare Hard Disk Esterno in 1 Minuto (su Windows e Mac)

come formattare hard disk esterno windows mac
Indice

Gli hard disk esterni sono degli strumenti utilissimi, pratici dispositivi di archiviazione di massa che ci permettono di caricare file personali (documenti, foto, video, film…) o professionali in maniera semplice e sicura.

Collegati al Pc o al Mac tramite una connessione alla porta USB, FireWire o ancora in modalità wireless (senza fili), costituiscono probabilmente uno dei supporti più frequentemente utilizzati per tenere in ordine le proprie informazioni multimediali e per eseguire delle copie di backup di qualcosa che è già memorizzato, magari, nell’hard disk interno.

Ma come effettuare la formattazione di un hard disk esterno su Windows o su Mac? Quali sono i passaggi che dovrai effettuare?

Nelle prossime righe cercheremo di spiegarlo in maniera piuttosto semplice, guidandoti passo dopo passo nel compimento di questa operazione che potrebbe esserti utile, ad esempio, per cancellare le vecchie informazioni contenute nel dispositivo prima di caricarne altre.

Come formattare un hard disk esterno su Windows

In questo approfondimento, iniziamo con il cercare di capire in che modo formattare un hard disk esterno su Windows.

Gli utenti che utilizzano il sistema operativo di Microsoft e desiderano formattare il disco esterno per la loro prima volta, potranno farlo innanzitutto attraverso una procedura guidata che Windows ha predisposto per i propri utilizzatori che permetterà di evitare qualsiasi errore in fase di cancellazione del disco.

pannello formattare hard disk esterno windowsPin

Ad ogni modo, per permetterti di allontanare qualsiasi rischio di incomprensione, di seguito abbiamo voluto riepilogare quale procedura devi seguire, con qualche variazione marginale che potrebbe dipendere dalla versione del sistema operativo installato.

La prima cosa che ti consigliamo di fare per formattare un hard disk esterno in ambiente Windows è quello – se lo ritieni utile – di fare una copia di backup di tutte le informazioni in esso contenute, qualora di rilievo, e se presenti. Una copia di sicurezza in caso di perdita di dati! Anche se non è questo lo scopo del nostro focus, ti ricordiamo che esistono tantissimi software che potrebbero fare al caso tuo, permettendoti di effettuare una copia di sicurezza in maniera semplice e rapida (ne parleremo a breve in un altro articolo).

Fatto ciò, assicurati che l’hard disk esterno sia correttamente collegato e visibile dal computer. Di seguito i passaggi da eseguire:

  1. apri Esplora Risorse sul tuo Pc Windows e fai clic sulla sezione del Computer (o Questo PC), nella barra laterale, per poter verificare la presenza del disco rigido esterno regolarmente collegato.
  2. fai ora clic con il tasto destro sull’icona dell’hard disk esterno (anche se impossibile, fai comunque attenzione a non formattare per errore il tuo disco interno di solito contrassegnato con la lettera C:), e fai clic su Formatta…
  3. arrivati a questo punto, scegli attentamente il File System con il quale desideri formattare il disco, assegna un nome identificativo e unico all’hard disk inserendolo nell’Etichetta di Volume e infine spunta la casellina Formattazione  veloce
  4. ci siamo quasi! Fai in ultimo clic sul pulsante Avvia e attendi che il processo vada avanti fino alla conclusione, con comparsa del messaggio di termine dell’intera procedura.

Fatto! Sei pronto! Facile vero? Il tuo disco esterno formattato su sistema Windows è ora pronto a ricevere di nuovo tutti i file che vorrai copiarci dentro. Lo trovi disponibile e montato in Esplora Risorse.

E’ pur vero però che non tutti gli utenti di Windows (soprattutto quelli più “smanettoni” e tecnici) desiderano adottare questa procedura che, seppur semplice e sicuramente efficace, potrebbe non essere sufficientemente approfondita (si pensi ad esempio alla creazione e gestione avanzata di diverse partizioni, assegnazione manuale dello spazio disponibile e così via).

Ebbene, anche in questo caso val la pena ricordare che in rete sono disponibili un mare di programmi che potrebbero fare al caso tuo, 100% gratuiti, che si occupano proprio di agevolare la formattazione di un hard disk esterno.

Fra questi, se vorrai approfondire e sperimentare, non possiamo che consigliarti il migliore in circolazione: MiniTool Partition Wizard Free. Per motivi di sintesi non li tratteremo in questo approfondimento, ma ne parleremo comunque tra breve in un dedicato e separato focus.

Come formattare l’hard disk esterno su Mac

Ora che abbiamo visto come sia possibile formattare l’hard disk esterno su Pc Windows in modo semplice e veloce, facciamo un passo avanti e andiamo a scoprire e capire in che modo formattare l’hard disk esterno su Apple Mac.

La procedura non è molto diversa da quanto abbiamo scritto poco sopra considerato che anche per formattare un’unità esterna su Mac è possibile seguire delle procedure guidate messe a disposizione dal sistema operativo di casa Apple.

pannello utility disco formattare disco esterno macPin

Anche in questo caso, peraltro, prima di iniziare la procedura ti consigliamo di eseguire il backup di tutti i dati presenti nell’hard disk esterni (se presenti e se utili), copiandoli in una cartella separata sul tuo disco rigido interno.

Collega l’unità di archiviazione esterna al Mac che desideri formattare o inizializzare per la prima volta e, quando connessa, la troverai visibile – tramite icona – sul tuo desktop / scrivania. Di seguito i passaggi:

  1. apri il Finder e clicca dalla barra di sinistra sulla cartella Applicazioni – Utility – Utility Disco.app
  2. per poter formattare il disco rigido esterno, scegli il dispositivo di archiviazione dalla barra laterale di sinistra e fai clic sulla scheda Cancella
  3. seleziona il File system compatibile con il tuo sistema operativo, fornisci un nome all’unità che stai per formattare e clicca sul pulsante Formatta
  4. l’applicazione del sistema operativo procederà ora con l’avvio e con la gestione del processo di formattazione che durerà qualche secondo. Al termine della procedura, potrai vedere e cominciare da subito ad utilizzare il tuo disco rigido dal Finder

Se avrai compiuto tutti questi passaggi in maniera ordinata, in pochi minuti dovresti esser stato in grado di formattare correttamente il tuo dispositivo esterno sia su Windows che su Apple.

File System: Cos’è e Quali Sono le sue Tipologie

Andiamo ora a vedere a grandi linee il File system.

Come avrai notato, indipendentemente dall’ambiente nel quale si effettua la formattazione dell’hard disk esterno (Windows o su Apple Mac), una delle prime cose che ti verrà richiesta prima della formattazione è proprio il tipo di File system che preferisci.

Ma cosa significa?

file system disco esterno formattarePin

Per comprenderlo dobbiamo innanzitutto cercare di introdurre il concetto di File system, una serie di parti che consentono al sistema operativo di poter decifrare correttamente i dati che sono presenti nell’unità di destinazione (in questo caso, l’hard disk esterno che ti stai accingendo a formattare).

Tutti i sistemi operativi (come Windows e Mac, ma non solo) utilizzano e sfruttano File System diversi per poter organizzare e archiviare le informazioni digitali. Giova dunque – pur senza pretese di eccessivi tecnicismi che potrebbero annoiarti – ricordare quali sono i principali tipi di File system e in cosa si differenziano fra di loro.

Attenzione: le informazioni che seguono sono utili per poter eseguire un processo di formattazione più consapevole, ma se ritieni di non volerne sapere di più, puoi effettuare comunque la formattazione dell’hard disk esterno limitandoti a seguire le indicazioni di cui sopra e lasciando le impostazioni predeterminate che il sistema operativo ti propone. In caso contrario, buona lettura!

File System NTFS

Cominciamo con il File system NTFS (New Technology File System). Sviluppato da Microsoft, è il File system predefinito e utilizzato di default sui sistemi Windows da diverso tempo. In particolare, ricordiamo come la società di Bill Gates abbia lanciato cinque diverse versioni di NTFS e dove l’ultima di queste includa diverse funzionalità piuttosto utili, come ad esempio la crittografia a livello di file.

Senza dilungarci troppo con dettagli iper tecnici o superflui, ti basterà sapere che il sistema operativo Microsoft Windows è in grado di scrivere e leggere su dischi rigidi formattati in NTFS, ma macOS (o vecchie versioni di OS X – il sistema operativo installato sui computer Apple Mac fissi o portatili) così come Linux, li può solo leggere.

Non sarà possibile quindi scriverci dentro (copiarci dei file). Ma una soluzione esiste! Per bypassare questo noioso impedimento, sono stati creati e commercializzati software appositi che vanno ad eliminare completamente tale blocco permettendo la completa lettura e scrittura su tali supporti. Sono purtroppo tutti a pagamento e fra i migliori e più noti in assoluto non possiamo che menzionare Microsoft NTFS for Mac by Tuxera.

Il File system NTFS permette la copia di file dalla dimensione massima di 16 TB e una dimensione di volume di 256 TB.

File System FAT 32

Un’altra sigla che probabilmente già conosci se ti sei imbattuto in questo genere di operazioni è FAT 32 (File Allocated Table 32).

Si tratta di un File system la cui “tecnologia” di base è stata sviluppata circa 40 anni fa e che, dunque, ha potuto vivere l’evoluzione di tutti i principali dispositivi di archiviazione esterna, come i floppy disk in tutte le sue molte varianti.
FAT 32, come ultima evoluzione dei FAT, ha in particolare apportato nel settore alcune interessanti innovazioni come il maggior numero di bit che viene utilizzato per poter indirizzare i cluster. In aggiunta a ciò, FAT 32 è riuscito a ridurre le dimensioni di ogni cluster, con una maggiore capacità di archiviazione e con la possibilità di poter supportare efficacemente i dischi di grandi dimensioni, fino a 2 TB.

Si noti altresì che questo formato può essere scritto e letto da Windows e da OS X in maniera indistinta, con dimensioni massime del file di 4 GB.

File System exFAT

Un altro File system è l’ExFAT, acronimo di Extended File Allocated Table. Simile al FAT 32, è meno usato del suo collega più celebre. Può archiviare dei file di dimensioni identiche al FAT 32 (4 Gb) e può essere letto e scritto sia da OS X che da Windows.

File System HFS Plus

Concludiamo infine con HFS Plus (Hierarchical File System), un File system sviluppato da Apple, che serve come File system primario dei sistemi operativi della società di Cupertino, tanto da essere ribattezzato comunemente anche come Mac OS Extendend.

Conclusioni

Nelle righe di cui sopra abbiamo descritto alcune fra le principali pratiche che ti permetteranno di muoverti con maggiore dimestichezza nel formattare un hard disk esterno con Windows o con Mac e poter così mettere il salvo e al sicuro i tuoi preziosi dati personali.

Vuoi saperne di più? Hai delle esigenze ancora più specifiche o magari desideri avere qualche indicazione in più su come realizzare dei piani di backup periodici grazie anche alle unità di archiviazione esterne? Siamo qui per te rispondendo a tutti i commenti, scrivici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

vaisu
condividi e like articolo blog

ti e' piaciuto l'articolo? Condividilo subito con tutti i tuoi amici! :)