MacBook Pro si Spegne da Solo o all’Improvviso? La Soluzione!

macbook pro portatile 15 pollici 2013
Indice

Possiedi un Apple MacBook Pro da 13 o 15 pollici inizio o fine 2013 – 2014 – 2015 (codici schede madri 820-3662 e 820-3787) retina che si spegne all’improvviso, da solo, di continuo o in modo casuale e improvvisamente?

Di colpo lo schermo diventa nero (ma il sistema non si spegne essendo la retroilluminazione dello schermo ancora attiva), il rumore delle ventole si fa più intenso e dopo 5-10 secondi circa il portatile si spegne del tutto e inesorabilmente?
La bella notizia è che abbiamo per te una soluzione semplice, rapida ma soprattutto gratuita che, facendoti risparmiare un bel pò di soldi, ti permetterà di rendere di nuovo funzionante (e ancora per molto tempo) il tuo splendido portatile Apple Mac.

NB: in questa nostra guida stiamo descrivendo la soluzione per uno specifico e ben noto problema che genera lo spegnimento del MacBook Pro. Ovviamente molti altri problemi possono o potranno causarne un’improvviso spegnimento (vedi temperature molto alte, problemi di batteria, problemi ai connettori…). Se riscontri i sintomi sopra descritti beh, sei nel posto giusto!

Senza troppi giri di parole, andiamo al succo e vediamo la soluzione in breve (continua poi la lettura per approfondire il tema)

MacBook Pro 2013 – 2014 o 2015 si Spegne da Solo. La Soluzione che Funziona

Il problema è di natura hardware (un problema di basse frequenze e clock rate su di un core della CPU) ma una soluzione veloce e semplice esiste intervenendo direttamente sul software.

Sarà necessario disabilitare e escludere completamente un particolare driver presente e installato nel sistema operativo. Il driver (kext) ethernet via Thunderbolt.

Vediamo come!

Procedura per versioni di OSX macOS Sierra – High Sierra – Mojave – Catalina

Procedura valida per tutti i MacBook Pro Inizio o Fine 2013 – 2014 – 2015 con installata la versione del sistema operativo (o successivi aggiornamenti di sistema minori) macOS 10.12: Sierra – macOS 10.13: High Sierra – macOS 10.14: Mojave – macOS 10.15: Catalina

  1. riavvia il MacBook Pro tenendo premuti i tasti CMD + R (il tasto) e rilasciali quando la barra di avanzamento bianca è quasi a metà (avvierai il tuo Mac in modalità Recovery)
  2. apri il Terminale cliccando sulla barra in alto a destra su Utilities / Terminale
  3. digita ora il comando seguente (senza virgolette!) “csrutil disable
  4. se il comando è andato a buon fine quindi la console ha restituito a video un comando di avvenuta modifica riavvia normalmente il Mac
  5. apri il Terminale e copia o incolla il seguente comando (cliccami)
    (se sei con macOS Catalina, il comando è cliccami)
  6. anche qui, se il comando è andato a buon fine, procedi nuovamente con un riavvio del tuo portatile Apple MacBook Pro in modalità di ripristino quindi il punto 1 descritto poco sopra
  7. digita ora il comando seguente (senza virgolette!) dal Terminale “csrutil enable”
  8. riavvia per l’ultima volta normalmente il tuo Mac e…problema risolto, per sempre!

terminale macos OS X apple recovery consolePin

Procedura per versione di macOS Big Sur

  1. Disabilita (se attivo) FileVault da Preferenze di Sistema – Sicurezza e Privacy – seconda scheda FileVault
  2. riavvia il MacBook Pro tenendo premuti i tasti cmd + il tasto R e rilasciali quando la barra di avanzamento bianca è quasi a metà
  3. apri il Terminale cliccando sulla barra in alto a destra su Utilities / Terminale

Digita ora i seguenti comandi, uno per volta:

  1. csrutil disable
  2. csrutil authenticated-root disable
  3. mount -uw /Volumes/nomedeldisco
  4. cd /Volumes/nomedeldisco/System/Library/Extensions
  5. mkdir disabled
  6. mv AppleThunderbolt*.kext disabled
  7. kmutil install -u –force –volume-root /Volumes/nomedeldisco
  8. bless –folder /Volumes/nomedeldisco/System/Library/CoreServices –bootefi –create-snapshot
  9. riavvia ora normalmente il tuo Mac e…problema risolto, per sempre!

NB: non possiamo confermarlo al 100% ma è possibile che, a seguito (e solo in questo caso) di un aggiornamento di sistema, il problema si possa ripresentare. Nessun pericolo! In quel caso, non dovrai far altro che ripetere la procedura sopra descritta per eliminare di nuovo il problema e per sempre.

Il MacBook Pro si Spegne da Solo. Le Soluzioni che NON Funzionano

Se il tuo MacBook Pro del 2013, 2014 o 2015 con scheda video integrata Intel Iris Pro si spegne all’improvviso o da solo, le operazioni svolte qui di seguito non hanno risolto (ne riusciranno a farlo) il problema. Essendo quest’ultimo di natura hardware e non software, nulla di tutto questo sanerà l’anomalia:

  • reset della PRAM e SMC
  • testarlo in modalità ridotta – provvisoria
  • creazione di un nuovo profilo utente e successivo login in esso
  • formattazione e re installazione da zero del sistema operativo
  • aggiornamento a nuova versione del sistema operativo se disponibile
  • pulizia interna dell’hardware (da polvere, residui, liquidi)
  • sostituzione della pasta termica e pulizia ventole
  • monitoraggio e tentativo di ridurre la temperatura del sistema
  • monitoraggio o addirittura sostituzione della batteria interna del portatile Apple Mac
  • esecuzione e conseguente report dell’hardware interno eseguito tramite comando ufficiale Apple (all’avvio del sistema operativo tenere subito premuto il tasto D e rilasciarlo dopo 30 secondi)
  • recarsi in un Apple Store o centro autorizzato per una riparazione hardware
  • ricerca e eventuale rimozione di virus, malware o spyware dal sistema

macbook pro 15 2015 apple macPin

Cosa suggerisce la stessa Apple in questi casi? La completa sostituzione della scheda madre a tue spese alla modica cifra di 600+ €. Assurdo non trovi?

Conclusione

Nonostante i molti anni che hanno alle spalle questi vecchi portatili Apple Mac, tali modelli (2013 – 2014 e 2015) risultano essere ancora molto (ma molto) performanti anche sotto grande carico e sforzo. Sono MacBook Pro della “vecchia guardia” sui quali si può ancora oggi metter mano sull’hardware (non tutto ma quasi) potenziandoli e rendendoli fino a 3 volte più potenti. Insomma, delle preziose macchine che potranno accompagnarti tranquillamente per altri 10 anni. E per colpa di un solo driver fallato devi rinunciare a tutto questo?

No ed è per questo che finalmente una soluzione è stata trovata (non è nostra sia chiaro) e abbiamo voluto scriverne a riguardo nella speranza di aver fatto tornare il sorriso a quanti più utenti possibili. E se anche tu sei riuscito a far tornare funzionante il tuo vecchio portatile MacBook Pro scrivicelo nei commenti e ricordati di condividere la guida con tutti i tuoi amici fan sfegatati della Apple!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

vaisu
condividi sui social articolo blog

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo subito sui tuoi social preferiti!